Il fantasma del Vicus Papisse

 

papessa,giovanna,roma,corteo,papa

Eccola a Roma la graziosa giovinetta, proveniente da Magonza, che vestita in abiti maschili fu da tutti ritenuta un uomo. La leggenda intorno ad un papa donna si riferisce a fatti, presunti o veri, risalenti all’850 d.C. Per la sua eccezionale cultura e benvoluta da tutti la fanciulla Giovanna (o Giovanni) intraprese la carriera ecclesiastica, scalò rapidamente tutta la gerarchia fino al punto che, morto il papa Leone IV, nell’855 venne eletta al soglio di Pietro all’unanimità! Ma dopo due anni e mezzo di pontificato avvenne l’irreparabile…
Un giorno nel corso dei tradizionali cortei che si snodavano dal  Vaticano al Laterano, superato il Colosseo e imboccata la via dei SS. Quattro, mentre cavalcava in quella angusta curva di via dei Querceti, la donna cadde da cavallo e tra gli sguardi basiti di tutti, dette alla luce un bambino!Fu la fine…
I finali della storia sono diversi: secondo alcuni morì nel punto in cui cadde, secondo altri fu immediatamente arrestata dalle guardie pontificie e segregata in un convento per espiare le sue colpe. Il figlio, si narra, continuò a vivere fino a diventare vescovo.
Le versioni concordano sul fatto che il luogo dove cadde fu proprio quel particolare punto di via dei Querceti ribattezzato poi Vicus Papisse. Ed è proprio qui, in questa strettoia, a poche centinaia di metri dal Colosseo e vicino alla chiesa di San Clemente, dove il Papa, dopo l’incoronazione in San Pietro, si fermava di fronte alla antichissima edicola (ora in stato di abbandono) per il rito delle devozioni, il luogo scelto dal fantasma della presunta Papessa Giovanna per manifestarsi ancora oggi!!  
Il fantasma del Vicus Papisseultima modifica: 2013-02-21T11:57:00+00:00da giardiniarte
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento